Iscriviti alla nostra newsletter

Lasciando il suo indirizzo e-mail potrà ricevere la nostra newsletter con le informazioni sulle iniziative della Fondazione Rodolfo Debenedetti e sui nuovi dati pubblicati su questo sito. Il suo indirizzo e-mail non verrà ceduto a terzi.

 

I dati da lei forniti saranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali". È esclusa ogni forma di comunicazione e cessione a terzi.

 

FRDB Fondazione Rodolfo Debenedetti

Carlo De Benedetti
Carlo De Benedetti
Presidente

Carlo De Benedetti ha compiuto i suoi studi al Politecnico di Torino, dove si è laureato nel 1958 in Ingegneria Elettrotecnica. Ha iniziato la sua attività imprenditoriale nel 1959 nell'azienda di famiglia, la Compagnia Italiana Tubi Metallici Flessibili, trasformata successivamente nella Gilardini. 

Nel 1976 fonda CIR (Compagnie Industriali Riunite), una delle più importanti holding private italiane, con circa 14 mila dipendenti, quotata alla Borsa Valori di Milano, che opera in vari settori. Attualmente è Presidente Onorario di CIR e di Cofide. Dal 1978 al 1996 Carlo De Benedetti è stato alla guida di Olivetti e Presidente Onorario dal 1996 al giugno 1999. 

Dal 2006 è Presidente del Gruppo Editoriale L’Espresso. Attualmente è membro del Reuters Institute Advisory Board (Oxford) e  di numerosi organismi internazionali. È Presidente della Fondazione Together to Go – TOG che ha fondato nel 2011 per la riabilitazione di bambini colpiti da disturbi neurologici. È Presidente Onorario di Make in Italy – CDB Foundation che ha contribuito a creare  nel 2014, fondazione non-profit per lo sviluppo dell’innovazione e il supporto alla crescita degli Italian FabLabs. 

Carlo De Benedetti è stato insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro nel 1983, ha ricevuto la Légion d'Honneur nel 1987, la Medaglia d’Argento al Merito della Repubblica d’Austria nel 2006 e nel 2015 il titolo di Commandeur de la Légion d'Honneur.

Nel dicembre 1998 ha dato vita, in memoria del padre, alla Fondazione Rodolfo De Benedetti, di cui è Presidente.